C’è stato spazio anche per le critiche e le critiche alle migliaia di impegni in calendario, soprattutto in un momento delicato per i viaggi. A conclusione della vittoria su Cagliari, lo stesso Gian Piero Gasperini ha posto dei dubbi: la prima festa di allenamento due giorni prima del viaggio a Napoli e tanto sforzo in più sulle gambe. L’emergenza sarebbe stata soprattutto l’attacco, se così si può chiamare: Zapata e Muriel partecipano alla doppia sfida di qualificazione ai Mondiali di calcio del 2022, mentre Gomez non prende mai la parola. Non ci sono comunque sessioni di allenamento con la squadra, anche in considerazione delle assenze di chi ha giocato in Europa: non sarà facile per il tecnico di Grugliasco contare in vista della partita di domani.

Poche esercitazioni: la prima seduta si è svolta ieri a Zingonia con tutta la squadra a disposizione (con qualche eccezione): Papu Gomez si è allenato con la banda, mentre alcuni allenamenti personalizzati sono stati eseguiti da Djimsiti, Pasalic e dai sudamericani che sono rientrati dagli impegni con le rispettive nazionali. Per capire chi mandare in campo in una sfida molto importante, oggi è stata l’ultima sessione prima della partenza per Napoli: l’obiettivo è recuperare i migliori che hanno viaggiato oltreoceano.

GASP CONTA I REDUCI – Le partite della UEFA Nations League non si sono viste con la vista in un momento molto delicato, ma le qualificazioni mondiali hanno anche fatto storcere un po’ il naso a tutti: Zapata è quello che ha giocato di più, ma prima di tornare in Italia, Muriel e Papu hanno affrontato viaggi pesanti e viaggi non indifferenti. Comunque, senza alcun tipo di problema fisico, Gasp ha trovato tutti: la forza sarebbe quella di trattare i veterani nel modo migliore per poter fare bene anche il San Paolo. E un occhio, chiaramente, ai Vincitori.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY