Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, parteciperà tra pochi minuti alla sala stampa Bortolotti di Zingonia per discutere della sfida alla Lazio di domani sera.

Si è conclusa la conferenza stampa del tecnico nerazzurro.
Atalanta-Lazio è spesso un lavoro specifico.
È anche la partita anticipata degli ultimi anni, è una lotta per il cartello”. È come se fosse una lotta alla fine di un torneo, sarà una partita in cui le due parti possono cercare di vincere al massimo.
Quali sono state le reazioni della squadra?

Lo scudetto? Non mi preoccupo di quello che pensa la gente, l’importante è che le mie idee non vengano sbilanciate. Solo la Juve e l’Inter parleranno dello scudetto al momento giusto, forse il Napoli. Stiamo cercando di fare del nostro meglio, stiamo cercando di fare delle partite fantastiche, il Torino non ha giocato bene.

I cinque miglioramenti sono troppo sproporzionati rispetto al campionato?

Ma ho detto che mi hanno dato dei benefici. Io preferisco il calcio con 3 sostituti, come in Inghilterra. Questa regola nelle partite dopo il blocco mi ha dato un vantaggio, ma preferisco tre cambiamenti: dieci sostituzioni per la partita finale sconvolta”. Non ho cambiato idea sulle cinque sostituzioni”.

Mi piacciono molto. Si possono guadagnare più punti da casa: come si misura?

“Abbiamo un fattore di campo meno incisivo senza un pubblico. Forse abbiamo caratteristiche più adatte all’effetto esterno, se questa disparità rimane…”.

Di quale dipartimento più del Lazio ha paura?

Il vantaggio di una squadra coesa in tutti i reparti, compresi Immobile e Correa, ma anche Milinkovic-Savic e Luis Alberto. Come abbiamo incontrato diversi bersagli nelle partite precedenti, dobbiamo essere più bravi a controllare l’efficacia delle loro infrazioni”.

Come verrà valutato il tridente?

“Abbiamo trovato due attaccanti fuori dai giochi e uno di loro è appena arrivato. La squadra ha finito l’anno scorso, ci aspettiamo di recuperare alcuni elementi dopo la pausa”.
La situazione del Genoa avrà qualche timore?

“La tensione è ovunque e c’è il contagio. È ovvio che c’è paura, buona o cattiva, in 13 partite dell’anno scorso. È difficile comunicare tra gli avversari durante le partite, immagino che ci dovrebbe essere più spazio nell’armadio”.

TMW – Qual è il successo difensivo che commenta il Torino?
“Abbiamo fatto alcuni errori in difesa che possono essere corretti: uno più tecnico e uno più filosofico. Ma questa è una parte importante del caso, perché l’organizzazione della difesa ha qualche problema nei primi giorni”.

TMW-Come determina l’efficienza e la dinamica di Gomez?

“È stato un giocatore eccezionale, e abbiamo tutti speso gli aggettivi, e l’abbiamo messo nei congelatori a fine partita per rimediare (ride, ndr) La cosa incredibile della coerenza, ora bisogna essere un po’ vigili perché ci sono troppi giorni.

Il caso del Genoa?

“Di solito abbiamo tre mesi in cui non succede niente. La maggior parte dei test dei club sono stati completati. Il calcio rappresenta ciò che sta andando veramente, il che non farebbe altro che aumentare l’attenzione. Se c’è stata una riduzione dell’attenzione durante le vacanze ….”.
Qualche nuovo giocatore si gioca d’azzardo?

“Credo che al momento siano felici di fare dei campioni, Mojica e Lammers non sono contenti di giocare fin dall’inizio. Sono più preoccupato da Piccinis perché ha praticato tre o quattro settimane separatamente. Devo considerare se è un giocatore disposto a tornare utile in fretta, altrimenti ci farebbe sentire in difficoltà.

Come intende dosare la forza?
“Faremmo tutti del nostro meglio per ottenere il successo per tutti. È difficile ottenere il risultato quando si è in competizione con un certo sostituto”.

Sapete chi incontrare in Champions League?
“Non mi interessa. Ma disegneremo una squadra come il Liverpool o il Real Madrid, una squadra fantastica verrà sicuramente”.

Il processo difensivo deve essere rafforzato.
“In difesa abbiamo sei giocatori in tre posizioni. La squadra si comporta molto bene a livello difensivo, giocherà per lunghi periodi di gioco in modo costante. Diamo loro delle possibilità molto chiare, portando a qualche gol in più.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY